L’ORSO M49 NON È PERICOLOSO: ABBIAMO LE PROVE!

Giovedì 25 Luglio 2019 00:00 amministratore
Stampa
ANIMAL AMNESTY  Animalisti 2.0  AVI Simbolo  Gaia 
 Simbolo LAC TNAA  LEAL logo 300dpi  Logo-lida-152x152 LIMAV
  simbolo oipa ORSI DELLA LUNA  

L'ORSO M49 NON È PERICOLOSO:

ABBIAMO LE PROVE!

L'orso identificato con la sigla M49 è stato avvistato mercoledì mattina da una escursionista.

Il plantigrado era stato catturato il 14 luglio scorso, ma era riuscito a fuggire immediatamente dal recinto del Casteller, in Trentino, dove era stato rinchiuso.

Da allora sono nate favole e leggende su un orso in grado di scavalcare una recinzione elettrificata alta 4 metri, esemplare violento pronto ad attaccare chiunque. Più probabilmente era dotato di teletrasporto.

Accusato di essere pericoloso per l'uomo e di fare razzie in pascoli e allevamenti, l'orso ha in realtà causato danni ridicoli, quantificati in circa 13.000 euro, avendo predato 6 animali da reddito, su oltre 100.000, nell'arco di 5 mesi.

L'ultima ordinanza emessa dal Presidente della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti, datata 22 luglio, condanna a morte il plantigrado, definito ormai pericoloso per l'uomo, e autorizza i forestali a sparare per uccidere l'orso.

Due giorni fa una escursionista si è imbattuta nell'animale; la donna si è fermata e ha fatto alcuni passi indietro, comportamento responsabile di chi sa muoversi per i boschi: M49 l'ha ignorata e ha proseguito per la sua strada.

Questo semplice fatto è sufficiente a smontare le motivazioni dell'ordinanza di Fugatti, fondata su una pericolosità presunta ma non avvalorata dai fatti, che al contrario la smentiscono.

Ci appelliamo ancora al Ministro dell'Ambiente Sergio Costa, che si è già espresso in favore della tutela dell'orso, affinché blocchi un'ordinanza brutale e priva di ogni fondamento, e permetta a M49 di vivere libero, nel suo habitat, come peraltro previsto dal progetto Life Ursus, che ha riportato gli orsi in Trentino oltre 20 anni fa.

 
Grazie per l'attenzione

25 luglio 2019

 

Contatti:

Piercarlo Paderno -  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - ANIMAL AMNESTY

Mauro Fantinato - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - ANIMALISTI 2.0

Janaina Maturo - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - AVI Associazione Vegani Italiani

Edgar Meyer -  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - GAIA Animali e Ambiente

Caterina Rosa Marino - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - LAC Trentino Alto Adige/Südtirol

Silvia Premoli - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - LEAL Lega Antivivisezionista

Massimo Ramello -  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - LIDA - Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Maurilio Calleri - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - LIMAV Italia

Massimo Comparotto - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. OIPA - Organizzazione Internazionale Protezione Animali

Natascia Pecorari -  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. -  Salviamo gli Orsi della Luna

Francesco Mongioì -  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. -  Life for Ursus - Ufficio Stampa - tel. 3286669552

Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Luglio 2019 10:49